Mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola

MOBILITA’ SOSTENIBILE SENZA L’AUTO CON 3 CARTELLE SULLE SPALLE: MISSION IMPOSSIBLE!!

Come possiamo chiedere ad un bambino di non usare l’auto per spostarsi da casa a scuola con 3 zaini sulle spalle? Come si può risolvere questo problema? La sua scuola potrebbe avere le piste ciclabili più belle, le aree pedonali più protette e belle, l’ingresso più sicuro ma continuerà ad usare l’auto se non risolviamo il problema del carico da trasportare. La soluzione non sono i trolley!! Anzi, anche quelli sono un peso che rallenta gli spostamenti, incentivando l’uso dell’auto ed eliminando del tutto la possibilità di usare la bici. Ecco uno dei prossimi obiettivi che dovrà risolvere il progetto Pumas!

Per ora cosa si può fare se lo zaino è troppo pesante??

Ecco protocollo di gestione peso degli zaini elaborato dalle insegnanti della scuola primaria “Rodari” di Conegliano:

1) Indicare chiaramente i testi ed i quaderni da portare a scuola ogni giorno della settimana per ogni ora di lezione, e trattenere a scuola quelli non necessari, o farli trattenere a casa dai bambini;

2) lavorare sull’utilizzo corretto dell’orario settimanale e sulle indicazioni date; proporre ai genitori un controllo vigile di quanto viene portato a scuola, almeno finchè l’organizzazione del materiale non viene acquisita dall’alunno;

3) dividere il testo di lettura in 2 parti, ciascuna delle quali utilizzabile in tempi diversi;

4) dividere i testi previsti per due classi (2° e 3°, 4° e 5°) in base all’utilizzo relativo all’anno in corso, e trattenere a scuola il fascicolo che non si utilizza;

5) al momento della scelta, prediligere testi che propongano la divisione in anni scolastici;

6) richiedere di portare nello zaino solo il materiale di cancelleria individuale necessario; parte dei colori possono essere trattenuti a casa, mentre per i bisogni di classe può essere lasciata a scuola una scatola di colori con il nome del bambino. Per altre esigenze si potranno usare pennarelli e pastelli della scuola;

7) favorire, all’interno della classe, l’utilizzo di materiali comuni, come giochi per i momenti della ricreazione in cui non si può uscire, o materiali di facile consumo come nastro adesivo, fogli da disegno, fogli per appunti;

8) trattenere a scuola i raccoglitori a ganci, ponendo nello zaino solo la parte dei fogli sulla quale studiare, o da completare, in una cartellina;

9) richiedere una scelta del diario oculata, in funzione della sua utilità e del peso;

10) proporre un diario uguale a tutti tra quelli in commercio, in vista di un quaderno delle comunicazioni che potrebbe organizzare o indicare la scuola stessa.

Il testo è tratto dal manuale per gli insegnanti “Andiamo a scuola da soli! Percorsi di autonomia e movimento casa – scuola: indicazioni operative” scaricabile al link seguente http://www.muoversidipiu.it/files/pedibus.pdf

Mille pesi

Scrivi un commento